L’uso dei droni si è evoluto negli ultimi anni. Sempre più imprese li utilizzano per i loro scopi commerciali. In settori che vanno dalla silvicoltura, agricoltura, edilizia fino al controllo di strade e reti energetiche. Spesso si affidano a piloti freelancer e attraverso questi velivoli è possibile svolgere, in pochi minuti, compiti che prima richiedevano giorni e settimane.

Cosa bisogna sapere in anticipo

Ma ci sono diversi aspetti che un pilota di droni deve tener conto se vuole offrire i propri servizi? A seguire abbiamo raggruppato quelli principali:

1. Norme e regolamenti

La sicurezza sta alla base di tutti i viaggi aerei. La Commissione EU e i suoi legislatori sono diventati molto rigidi sulle normative legate ai voli. Negli ultimi anni, hanno stabilito un ampio numero di leggi per regolamentarne il traffico. Tali regole rendono le operazioni molto più dispendiose in termini di tempo ed energie, tanto che a volte è quasi impossibile sapere dove è permesso volare in una determinata area. Ci sono diversi fattori da tener presente, come ad esempio, un ospedale nel raggio di 1,5 km o una strada federale nelle vicinanze.

Pertanto, sarebbe opportuno consultare le varie norme che vigono per ogni aeromobile. Su www.Map2Fly.de i piloti possono sapere in pochi secondi dove è permesso volare, con quali dispositivi e dove serve un’autorizzazione.

2. Patentino per droni

I corsi per ottenere il patentino, o anche attestato UAV, sono offerti da diversi centri e associazioni in Germania. Ciò significa che sarà sempre possibile trovare una sede regionale in grado di fornire questa licenza. Ed è comunque raccomandato qualora si volesse pilotare un drone per lavoro, altrimenti si corre il rischio di ricevere multe abbastanza salate.

3. Equipaggiamento

Ovviamente ogni operazione richiede l’apparecchiatura adeguata e di base è necessario avere quanto segue:

a) Targhetta identificativa e assicurazione di responsabilità civile

La cosa più importante di un buon equipaggiamento è ovviamente il drone stesso. A tal proposito valgono le norme in cui: tutti i droni che volano in uno spazio aereo pubblico devono avere una targhetta identificativa. Per saperne di più è possibile consultare le informazioni nei rispettivi centri di competenza. In aggiunta, è necessario stipulare un’assicurazione di responsabilità civile per eventuali danni, ad esempio causati da una caduta. Su www.FlyNex.io, i piloti possono informarsi sulle compagnie e assicurazioni adatte.

b) Batterie

Ogni drone ha bisogno di elettricità. Senza di essa, nessun drone decolla. Se si è all’aperto, magari lontano da una presa, è importante avere batterie di scorta a sufficienza. Quest’ultime si scaricano dopo 30 minuti e se si vuole volare più a lungo, è bene averne abbastanza di riserva. La gestione della batteria non è quindi irrilevante. Va aggiunto che le batterie sono oggetti pericolosi! Nel peggiore dei casi, possono esplodere se scosse, danneggiate o influenzate da fattori ambientali. Perciò, è necessario tener conto, oltre a quando sostituirle, dove e in quali condizioni vengono conservate. Su questo ci sono informazioni dettagliate anche online, ad esempio nella checklist di Camforpro.com.

Detto ciò, è necessario osservare quanto segue:

  1. Durante l’acquisto assicurarsi della presenza del marchio di sicurezza “GS”
  2. Caricare completamente la batteria prima di ogni volo
  3. Effettuare ispezione visiva della batteria prima di ogni volo
  4. Mai scaricare o caricare la batteria fino in fondo
  5. Non caricare batterie più del tempo necessario
  6. Lasciar scaricare completamente la batteria ogni 20 voli
  7. Le “batterie di volo intelligenti” possono scaricarsi automaticamente (se impostate)

In azione:

  1. Utilizzare solo con una temperatura ambiente tra 5-30 ° C
  2. Altrimenti la durata del volo sarà drasticamente ridotta
  3. Calcolare un possibile calo di tensione
  4. All’avvio lasciare riscaldare i motori per 30-60 secondi
  5. Non tenere a lungo il drone alla massima velocità
  6. Trasportare le batterie in una scatola idonea (ignifuga)

c) Sensori

Un drone è utile solo se è in grado di rilevare qualcosa. Ad esempio foto per la documentazione delle immagini. Un sistema di sensori ottici e una fotocamera discreta permettono al drone di scattare foto con una risoluzione e uno zoom appropriati. Tutto questo deve far parte dell’attrezzatura.

Elevata richiesta di piloti qualificati

Al momento, i piloti UAV sono richiesti in tutta la Germania, di conseguenza ci sono buone possibilità di ottenere incarichi. Questo comporta essere pronti a viaggiare in caso di chiamata. Inoltre le tariffe orarie sono di norma ben pagate. È sufficiente un po’ di pratica e l’attrezzatura adeguata per cominciare in un campo che è davvero in forte espansione.

Su FlyNex.io ci sono continui aggiornamenti sui droni e il loro impiego per imprenditori e aziende. Map2Fly è gratuito per tutti i piloti, così sia privati che commerciali, possono ottenere informazioni su tutte le aree e normative di volo in qualsiasi momento. Detto questo, vi auguriamo un volo piacevole e sicuro!

Il vostro team FlyNex

FlyNex News

Don't miss out on any updates. Sign up for the FlyNex news.